Nata nel 2005, l’associazione sportiva dilettantistica del “Circolo Canottieri Lazio waterpolo“, esprime l’amore e la passione per la pallanuoto.

Spirito di squadra, duro impegno, grande sacrificio e determinazione nel raggiungere sempre nuove sfide hanno consentito di raggiungere l’importante traguardo della serie B nel 2014.

La societa’ Circolo Canottieri Lazio waterpolo asd nel 2017 si rafforza e si arricchisce di energie nuove sia nel parco atleti sia nella dirigenza.

Alla guida del nuovo presidente (Maurizio Furlan, ex atleta e ex tecnico della pallanuoto), la squadra tecnica si arricchisce a febbraio 2017 di un nuovo allenatore Paolo Baiardini, giovane assistente tecnico, preparatore fisico e videoanalista e della consulenza gratuita del tecnico federale Ferdinando Pesci (Allenatore nazionale under 20).

Attualmente il gruppo conta circa 70 atleti.

La mission della Società non è solo di sviluppare e far crescere i propri atleti, ma di essere catalizzatore di un circolo virtuoso che, nel legare il ruolo sociale dello sport con l’ecosistema di sviluppo dei giovani, contribuisca alla creazione di una rinnovata coscienza sociale della società. In questo quadro di riferimento atleti, tifosi, giovani, associazioni sportive, scuole, istituzioni e aziende attente ai valori della sostenibilità e responsabilità sociale possono contribuire a generare e sviluppare una nuova valenza comune dello sport per la crescita dei cittadini di oggi e di domani. La Società crede fermamente nelle sinergie che possono scaturire dalla contaminazione di attività sociali e sportive e, in ragione di ciò, contribuisce costantemente ad attivare e realizzare iniziative in questa direzione.

Alla guida della società il Circolo Canottieri Lazio waterpolo si pone, con il contributo di un nuovo team dirigenziale e di una forte innovazione nella preparazione atletica delle squadre, nuovi e sfidanti obiettivi a partire dal 2017:

-il rafforzamento e il rilancio della squadra per portarla a raggiungere ambiziosi traguardi

-lo sviluppo dell’attività giovanile per renderla il fiore all’occhiello della Società

-la valorizzazione di ogni singolo atleta non solo nella attività sportiva, ma anche nella vita quotidiana e nell’impegno sociale, da sempre attività perseguita dalla società e dai suoi membri.